Come essere vincenti nei —Sit & Go Texas HoldEm—-

Come essere vincenti nei —Sit & Go Texas HoldEm—-
5 (100%) 1 vote

Strategia sit ‘n go

Questo articolo offre un panorama su come avere successo nei tornei sit `n´go.

Tornei sit ´n` go No-Limit per 10 giocatori
È molto importante sapere come leggere gli altri giocatori, cioè capire il loro modo giocare il No-Limit. Perché giocando al poker, si può trarne bel guadagno. Dipende però da come reagisci di fronte ad avversari diversi. Non è vero che si deve sempre giocare tight nei giochi no-limit. Però rimane spesso il modo più sicuro e necessario per vincere ai tavoli più gettonati.
Prima di giocare il tuo primo torneo:

1: Si consiglia di scegliere uno dei tavoli con il buy-in più basso.

2: Dopo esserti registrato e aver pagato, al tavolo vengono distribuiti punti con i quali giocano tutti i giocatori. Cioè tutti giocano alle stesse condizioni e non devono preoccuparsi di un capitale di poker troppo piccolo (bankroll).

3: Di solito i primi tre posti ricevono un premio pari all’ammontare che tutti i giocatori devono pagare prima che il gioco abbia inizio (buy-in).

Il torneo inizia – 10 giocatori al tavolo da poker!
Rimani veramente passivo. All’inizio gioca solamente le carte migliori. Gioca tight e lascia che gli altri giocatori commettano degli errori. Di solito puoi piazzarti quinto, e solo allora devi iniziare a giocare. Anche se non hai una buona mano, prova a concentrarti sugli altri giocatori per capire come agiscono. Dimenticati di aver già pagato il big blind (bb) o lo small blind (sb). Nel caso in cui tu non abbia delle buone carte in mano, non vale la pena di sperperare ancora più denaro dato che ti può costare molto caro. In caso ti trovassi poi ad avere nello stesso tempo una coppia troppo bassa nel flop, puoi finire in una situazione rischiosa e costosa. Probabilmente ti capiterà presto di vedere un giocatore fare un “all-in”, perdere e dover lasciare il tavolo. Ogni tanto puoi giocare le carte di valore medio cosicché non sarai etichettato come una persona che gioca troppo tight. Altrimenti, qualora ti capitino delle carte veramente buone, c’è il rischio che gli altri giocatori facciano un fold. La cosa minima in cui sperare è che queste carte arrivino una dopo l’altra, cioè in ordine, per esempio 7 – 8s oppure 9 – 10s. Con un po’ di fortuna, salta fuori una bella somma dopo il flop. Gioca però sempre con calma. È troppo sconsiderato giocare in modo troppo aggressivo con la coppia 10 – 10 e con la 9 come kicker.

Comunque tanti giocatori lo fanno. Concentrati su crearti l’immagine di un giocatore che gioca in modo tight (e alla fine giochi più in modo loose).

A metà del torneo – ci sono ancora più di 5 giocatori.
Immaginati di aver ricevuto una mano di valore medio e di aver giocato in modo sicuro. Poi sarà normale che avrai vinto un po’. Di sicuro non avrai perso molto nè sarai rimasto per strada. Fai attenzione di scegliere con la massima cura i giocatori contro i quali vuoi giocare “all-in”. Solo con Asso – Re non vale la pena giocare un “all-in”, soprattutto se giochi contro uno stack di fiches più grande. Fare un “all-in” prima del flop, senza una coppia, spesso ti costerà molto caro. Non bisognerebbe mai dimenticarselo. Sarebbe meglio continuare a rilanciare, almeno finché la situazione non diventi davvero insostenibile. Prosegui giocando in modo tight finché ci siano più di 5 giocatori. Adesso arriva il momento in cui è importante ricordarsi come hanno giocato gli avversari.

La fine del torneo – Ci sono 5 giocatori o di meno.
Alla fine del gioco vedrai quanto è stato utile giocare tight. I giocatori al tavolo dovrebbero avere una certa considerazione per te e le carte che giochi. A questo punto il momento è proprio per rubare qualche blind (però solo con uno stack con cui puoi permettertelo). Alla fine i blind costeranno tanto agli avversari. Gioca ingannevolmente. Rialza i tuoi suited connectors (vedi glossario), e provane di alti e simili. Il tuo scopo è ottenere un flop per avere alla fine più denaro, perché, se fai centro, un rialzo ingannevole potrebbe costringere i tuoi avversari a pagare parecchio. Può capitare di avere però troppe poche fiches, in questo caso sarebbe difficile trovare la giusta situazione per queste “mosse speciali”.

Testa a testa – Tu e il tuo avversario siete gli ultimi due rimasti in gioco. O sei in vantaggio tu o lo è l’avversario. E qui un ruolo fondamentale è giocato dalla fortuna. In linea generale non puoi permetterti di perdere tanti blind uno dopo l’altro, siccome gli avversari faranno dei rialzi. Io stesso, se fossi il più debole, farei senza dubbio un “all-in” con la prima coppia migliore, il primo Asso con la 7 o una carta più alta come kicker. Nel caso in cui sia il mio avversario a fare un “all-in”, sceglierei probabilmente una coppia o una sequenza di carte alte per proseguire. Naturalmente, se possibile, dello stesso colore,; ma su questo non si può far molto conto – soprattutto per quanto riguarda le coppie. Considera che queste regole valgono solo in una situazione scottante, cioè quando puoi permetterti al massimo un paio di big blind. Se però sei in vantaggio, hai la possibilità di scegliere carte migliori. Questo viene certamente a essere costoso per il prezzo elevato dei blind. Bisogna sempre tenerlo a mente.

Per il momento dovrebbe bastare come piccola introduzione ai tornei sit ´n ` go.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *